La riunione di lavoro con la presentazione del Centro di eccellenza di Rovinj-Rovigno (ARCA ADRIATICA INTERREG ITALIA-CROAZIA) si è tenuta allo scopo di stabilire misure congiunte per la conservazione della vela latina e al terzo.

L'11 febbraio 2020, l'Associazione e l’Ecomuseo “Kuća o batani - Casa della Batana” e la nostra bellissima Rovigno hanno ospitato un incontro di lavoro e la presentazione del Centro di eccellenza a cui hanno partecipato i rappresentanti dell'Associazione dei musei marittimi del Mediterraneo (AMMM). L'incontro e, in seguito, la presentazione pubblica, che si è tenuta presso lo “Spacio Matika”, si è incentrato sulle misure per preservare la navigazione delle vele latine e al terzo a livello nazionale mediante l'iscrizione nel Registro dei beni culturali e l'eventuale nomina internazionale delle abilità di vela latina e al terzo come vele principali del Mediterraneo alla Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale dell’UNESCO.

Durante l'incontro, è stato stabilito che il progetto viene implementato come "trasversale", ovvero che collega i membri AMMM, nel rispetto delle loro realtà e opportunità locali.
All'incontro hanno partecipato i membri dell'organo di lavoro: Elvira Mata e Olga Lopez del Museo marittimo di Barcellona (Spagna), Davide Gnola del Museo marittimo Cesenatico (Italia), Maria Paola Profumo del Museo marittimo di Genova (Italia), nonché in rappresentanza della Croazia Tamara Nikolić Đerić, Tanja Ranić Rovis e Alvise Benussi dell'Associazione "Kuća o batani - Casa della Batana” di Rovinj-Rovigno  e Tea Perinčić del Museo marittimo e storico del Litorale Croato di Rijeka –Fiume.

Il proseguimento delle attività conformemente al piano di lavoro stabilito, è previsto a Barcelona dall’ 8 al 10 giugno, durante il Forum AMMM , quando si dovrebbe tenere una riunione del gruppo di lavoro.