Tempo e modo di pesca:

le attinie sono attaccate alle rocce del fondale dalle quali si staccano con un coltello o con un simile oggetto affilato. Bisogna far attenzione di non toccare i tentacoli, perché sono urticanti. Si usava raccoglierle, specie nei mesi invernali (gennaio e febbraio), durante la bassa marea.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di attinie
  • 1 l d’olio d’oliva
  • 200 g di farina
  • sale

Preparazione:

lavate le attinie e lasciatele nell’acqua durante la notte affinché si puliscano. Toglietele dall’acqua, scolatele, tagliatele a metà, sfarinatele e friggetele in abbondante olio caldo. Salatele a frittura ultimata.

Il detto:

“… Xi òuna batana péicia, rasa sul mar e dibuléina…”

“… È una batana piccola, bassa sul mare e malandata…”

L.ZANINI, Favalando col cucal Fileipo, “A ma pare”, 1983, 78-79